Barbò Guglielmo conte di Belgioioso
di anni 56
 

 

Natoa Milano l’ 11 agosto 1888 da Gaetano Barbò di Casalmorano e Francesca Barbiano di Belgiojoso d'Este. Militare di carriera: a 17 anni allievo alla Scuola militare di Roma, a 21 anni Sottotenente di Cavalleria a Pinerolo. Si distinse durante la I Guerra Mondiale quando nel novembre 1917 con 40 uomini occupò Udine per 24 ore e catturò 600 soldati austriaci, meritando due medaglie d'argento al Valor Militare guadagnandosi la promozione a capitano. Nel 1920 sposa Pia Fracassi Ratti Mentone e dal matrimonio nel 1922 nasce la figlia Francesca. Prosegue la carriera militare: nel 1938 con il grado di Colonnello è al comando di Nizza Cavalleria di stanza a Torino. Nel 1941/42 è in Russia con l’ARMIR, prima al comando del reggimento Savoia Cavalleria, quindi, promosso Generale, al comando del RAC (Raggruppamento truppe a cavallo), dove gli viene conferita una Croce di Ferro di 2ª Classe e successivamente la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare di Savoia. Rientrato in Italia, il 1º aprile 1943 gli viene assegnato il comando della Scuola di Applicazione di Cavalleria di Pinerolo. Il 12 settembre 1943, a seguito di trattativa coi tedeschi, risultata poi falsa, la Scuola passa sotto il comando tedesco ed il Gen. Barbò con tutto il personale militare, viene caricato su un treno per l’internamento in Germania, via Brennero. Nella stessa notte del 12 settembre riesce a fuggire dal treno e si unisce alla Resistenza, dove fa capo all’avvocato liberale Luciano Elmo. Arrestato il 31 luglio 1944 viene deportato prima a Bolzano e successivamente a Flossenbürg dove muore il 14 dicembre 1944.

 

 

 

 
 
Clicca sulla mappa per vedere tutti i dettagli sul luogo del ricordo.
 
 
RICORDATO NEI SEGUENTI LUOGHI:
 
Belgioioso - Palazzo Comunale
Targa muraria posta in via Garibaldi sul Palazzo Comunale a Belgioioso  (PV).      ...
 
Coordinate GPS del Luogo del Ricordo:
+45.162366, +09.314450
+45°09.742’, +09°18.867’
+45°09’44.52”, +09°18’52.02
 
divisorio_nomi.jpg
 
Elenco Caduti